Comunicati Stampa

Il Commissario Europeo Gűnter Verheugen in visita all’Iveco
Il Vice Presidente della Commissione Europea e Commissario europeo per le Imprese e l’Industria, Gűnter Verheugen, dopo aver incontrato ieri al Lingotto l’Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne, si è recato alla sede Iveco, dove è stato accolto dall’Amministratore Delegato, Paolo Monferino.

Al Commissario sono stati presentati alcuni nuovi modelli e prototipi di autovetture, furgoni e camion che adottano tecnologie innovative e soluzioni motoristiche a basso impatto ambientale.
Verheugen ha potuto vedere e provare un Iveco Daily elettrico, già disponibile sul mercato; un Daily ibrido e un Eurocargo ibrido, entrambi in fase di sperimentazione su strada, oltre ai nuovi veicoli commerciali leggeri fuoristrada Massif e Campagnola, e ai mezzi della gamma pesante Iveco, uno Stralis e un Trakker con standard EEV (Enhanced Environmentally-friendly vehicle), i più severi previsti dalle normative europee in tema di emissioni.
Per quanto riguarda le autovetture, gli sono stati illustrati: la tecnologia Multiair®, di prossima introduzione sul mercato, che consente una significativa riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, rispettando i futuri limiti Euro 5 ed Euro 6; il motore SGE (Small Gasoline Engine), due cilindri, con emissioni di CO2 molto basse, che sarà applicato alle vetture di segmento A e B e, le concept car: “Croma Insafes”, dotata di un insieme di sensori per aiutare il guidatore a monitorare le eventuali situazioni di rischio; la “Fiat 500 Aria”, che adotta tutti i dispositivi di ultima generazione, o disponibili a breve termine, che consentono una significativa riduzione di consumi ed emissioni; la “Panda Kyoto”, con un sistema di climatizzazione ad alta efficienza
Iveco
Iveco progetta, costruisce e commercializza un’ampia gamma di veicoli commerciali leggeri, medi e pesanti, mezzi cava/cantiere, autobus urbani e interurbani e veicoli speciali per applicazioni quali l’antincendio, le missioni fuori strada, la difesa e la protezione civile.
Con oltre 28.000 dipendenti, Iveco produce in 27 stabilimenti ubicati in 16 paesi del mondo, con tecnologie di eccellenza sviluppate in 5 centri di ricerca. Oltre che in Europa l’azienda è presente in Cina, in Russia, in Australia e in Argentina, in Brasile e Sud Africa. Oltre 6.000 punti di assistenza in più di 100 Paesi garantiscono supporto in tutte le aree geografiche in cui c’è un veicolo Iveco al lavoro.
Torino, 27 gennaio 2009