• Titolo 1

Comunicati Stampa

7/6/2007

Rugby: le Iveco Series 2007 registrano il tutto esaurito e il pieno di ascolti.

Pubblico televisivo mondiale di 15 milioni di persone. Oltre cento mila spettatori nei 3 incontri, mentre 145.000 sono gli accessi al sito www.allblacks.iveco.com. Più di 12 mila persone al Motor Village di Torino.
Bilancio più che positivo, con un gran successo di contatti e di visibilità per Iveco, la società del Gruppo Fiat operativa nel settore dei Veicoli Industriali, sponsor degli All Blacks, per il triangolare di rugby "Iveco Series 2007", disputatosi in Nuova Zelanda. L’evento sportivo è stato certamente fra i più rilevanti nel mondo della palla ovale perchè ha messo di fronte due dei team, Nuova Zelanda e Francia - tra i più accreditati per la conquista del titolo nella prossima Coppa del Mondo che si svolgerà tra settembre e ottobre in Francia – oltre ad aver visto la partecipazione di una Nazionale di grandi tradizioni come il Canada.
La manifestazione rientrava tra le attività di sponsorizzazione di Iveco, Official Global Sponsor dei leggendari All Blacks fino al 2011, che ha deciso di legare il proprio nome anche ai test match neozelandesi di questi giorni, con la prospettiva dei mondiali in Francia in settembre.
Iveco ha istituito due trofei per premiare la squadra vincente del triangolare, la Stralis Cup e la Trakker Cup.
Tutti e tre gli incontri (Nuova Zelanda-Francia, 2 giugno ad Auckland; Francia – Nuova Zelanda, 9 giugno a Wellington; Nuova Zelanda – Canada, 16 giugno ad Hamilton), in cui gli All Blacks hanno decisamente sovrastato gli avversari, hanno fatto registrare il tutto esaurito.
Il brand Iveco, presente con i loghi Stralis e Trakker sia sul terreno di gioco che all’esterno della struttura, è stato sotto i riflettori davanti a oltre cento mila spettatori presenti nei tre stadi neozelandesi e ad un pubblico televisivo mondiale di 15 milioni di appassionati.
In occasione dei match un PowerStar - il veicolo della gamma pesante Iveco prodotto in Australia che coniuga l’immagine aggressiva dei “bonneted truck” in stile americano con comfort e tecnologia europei – nella ormai classica livrea che richiama i tatuaggi Maori, ha dato il benvenuto a oltre 45 mila spettatori a partita.
Ugualmente coinvolto il pubblico italiano, che ha potuto seguire tutte le partite in televisione, sui canali di Sky sport. Il Mirafiori Motor Village di Torino ha ospitato, nel periodo delle Iveco Series, oltre 15 mila persone, con una media di circa 2.300 persone al giorno, che hanno assistito agli incontri da due maxi schermi posti all’interno della struttura, cui hanno fatto da cornice gli Stralis in livrea All Blacks, nera con tatuaggi maori.
Vivacissima anche la partecipazione sul web: la sezione del sito www.allblacks.iveco.com dedicata alle “Iveco Series 2007” ha registrato circa 60 mila contatti in due settimane. I visitatori hanno potuto vivere, in diretta dal 2 giugno, le emozioni durante le partite, seguire gli schemi tattici vincenti, i gesti atletici dei giocatori e le azioni più belle. Gli accessi al sito web dall’inizio della sponsorizzazione sono stati oltre 145 mila.
Al di là del risultato sportivo, che ha confermato la potenza tecnico-tattica degli All Blacks, che si sono aggiudicati entrambi i trofei messi in palio da Iveco: la “Stralis Cup” (battendo la Francia per 42-11 nel primo incontro e per 61-10 nel secondo) e la Trakker Cup (infliggendo al Canada il pesante punteggio di 64 a 13), le “Iveco Series 2007” hanno lanciato l’immagine Iveco davanti a un pubblico vastissimo.
Stefano Sterpone, Senior Vice President Sales & Marketing di Iveco ha commentato: “Siamo molto soddisfatti di questo evento anche perché in Nuova Zelanda abbiamo avuto un’accoglienza veramente straordinaria. Uno dei nostri obiettivi è quello di trasmettere i valori che Iveco e gli All Blacks condividono, che toccano l’individualità di ciascuno. Chi ha seguito le partite, anche solo in televisione, si è sicuramente accorto dello spessore individuale e del carattere che stanno dietro ai risultati degli All Blacks“.
Anche Iveco dunque è uscita vittoriosa dalla sua prima esperienza nel mondo del rugby e si appresta ad accompagnare gli All Blacks nell’ imminente avventura della Coppa del Mondo di Francia in cui si presentano con il delicato ruolo di grandi favoriti del torneo.


Iveco
Iveco progetta, costruisce e commercializza un’ampia gamma di veicoli commerciali leggeri, medi e pesanti, mezzi cava/cantiere, autobus urbani e interurbani e veicoli speciali per applicazioni quali l’antincendio, le missioni fuori strada, la difesa e la protezione civile.
Con i suoi 24.500 dipendenti, Iveco produce in 27 stabilimenti ubicati in 16 paesi del mondo, con tecnologie di eccellenza sviluppate in 5 centri di ricerca. Oltre che in Europa l’azienda è presente in Cina, in Russia e in Turchia, in Australia e in Argentina, in Brasile e Sud Africa. Oltre 4.600 punti di assistenza in più di 100 Paesi garantiscono supporto in tutte le aree geografiche in cui c’è un veicolo Iveco al lavoro.
Torino, 6 luglio 2007

Torna ai COMUNICATI STAMPA Download PDF

© Iveco - A CNH INDUSTRIAL COMPANY - IT09709770011 –DATI Societari

I cookie del presente sito (propri e di terze parti) sono utilizzati per offrire funzionalità superiori e per migliorare l'esperienza di navigazione. Se si continua la visita sul sito senza modificare le impostazioni, si assume che l'utente accetta di ricevere tutti i cookie del sito web. Se si desidera è possibile modificare qui le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento