Veicoli a trazione ibrida Diesel-elettrica

Per i veicoli ad uso esclusivamente cittadino, la pura trazione elettrica fornisce benefici sia per l’utilizzatore che per la società nel suo complesso. Nei casi in cui sia richiesto al veicolo di effettuare percorsi al di fuori della città, o dove siano necessarie prestazioni e portate maggiori, il veicolo ibrido Diesel-elettrico è certamente una soluzione migliore. Con trazione totalmente generata dal motore elettrico o interamente dal motore Diesel, o dalla combinazione dei due, ciò che a prima vista può sembrare un compromesso si rivela invece un’entusiasmante soluzione innovativa.

La trazione ibrida comporta notevoli benefici sia in termini di comfort di guida sia di risparmio di combustibile, determinando risparmi che raggiungono, a seconda delle missioni, il 30% rispetto a soluzioni di tipo convenzionale.

Tutto ciò viene raggiunto attraverso tre importanti caratteristiche:

• Sistema frenante rigenerativo. Il motore a trazione elettrica, in condizioni di sovrautilizzo oppure in frenata, viene utilizzato come generatore e l’energia cinetica del movimento viene convertita in energia elettrica per caricare le batterie.
• Funzione Stop&Start. Quando il veicolo si ferma, il motore Diesel viene automaticamente spento. La partenza avviene con il solo motore elettrico e il motore Diesel viene poi avviato automaticamente a seconda della velocità del veicolo e delle richieste di accelerazione dell’autista.
• Motore Diesel ridotto. Come in molti dispositivi meccanici, la dimensione del motore varia a seconda dell’esigenza di potenza o di carico. Solitamente il motore Diesel scelto per un’applicazione specifica ha sufficiente potenza per soddisfare tutti i possibili utilizzi del veicolo. Con l’impiego di un motore ibrido Diesel-elettrico, l’utilizzo di un motore Diesel ridotto riesce a
soddisfare la maggior parte delle esigenze, ma non tutte. Gli impieghi in cui è necessaria maggiore potenza o accelerazione, come ad esempio i percorsi in salita, possono essere gestiti mediante la combinazione del motore Diesel in parallelo con quello elettrico.

Con queste caratteristiche, l’impiego urbano, che prevede frequenti fermate e partenze, viene gestito con il massimo risparmio di consumi e il veicolo si muove in maniera altrettanto efficiente su percorsi autostradali con tutta la flessibilità di un normale veicolo commerciale.

ECODaily ibrido
L’ECODaily ibrido Diesel-elettrico parallelo utilizza un motore Diesel FPT con 16 valvole, 2,3 litri di cilindrata e con una potenza di 116 CV (85 kW) insieme a un moto-generatore sincrono trifase con potenza di 43 CV (32 kW).
Il cambio Agile funge da interfaccia tra il motore e i sistemi di controllo della trazione elettrica e consente di automatizzare le operazioni del cambio e della frizione in base alle esigenze del conducente. Il veicolo, infatti, si conduce in modo del tutto simile a un veicolo con cambio automatico.

La trazione elettrica è alimentata da batterie ad alta potenza specifica e le funzionalità del sistema prevedono l’avvio del veicolo da fermo nella sola modalità elettrica, l’avvio automatico del motore Diesel in base al fabbisogno di prestazioni, l’inserimento aggiuntivo del motore elettrico in accelerazione e in salita, l’arresto e l’avvio automatico del motore termico in fase di rallentamento ed a veicolo fermo e un sistema frenante rigenerativo che interviene durante la decelerazione.

Grazie a una velocità massima di 130 km/h, l’ECODaily ibrido è adatto sia alla circolazione urbana sia a quella extraurbana e consente un risparmio di combustibile fino al 30% nel ciclo urbano rispetto ai veicoli con motore Diesel convenzionale.

Eurocargo ibrido
Il nuovo Eurocargo ibrido, disponibile nelle versioni da 7,5 e 12 t di massa totale a terra, è equipaggiato con una driveline Diesel-elettrica parallela, che consente di effettuare le attività di distribuzione e raccolta merci nei centri urbani, senza rinunciare alle prestazioni a piena velocità in autostrada, con consumi fino al 30% inferiori nel ciclo urbano rispetto ai veicoli con motore Diesel convenzionale.

La versione da 7,5 t utilizza il motore Tector a 16 valvole e 4 cilindri Euro V, con potenza massima di 160 CV (118 kW), con associato un moto-generatore elettrico da 60 CV (44 kW), un cambio automatizzato a 6 rapporti ed un pacco batterie agli ioni di litio con capacità nominale di 1,9 kWh.
Le funzionalità del sistema prevedono l’avvio del veicolo da fermo nella sola modalità elettrica, l’avvio automatico del motore Diesel in base alla richiesta di prestazioni da parte dell’autista, l’inserimento aggiuntivo del motore elettrico in accelerazione e in salita, la funzione Stop&Start e un sistema frenante rigenerativo che interviene durante la decelerazione. Il carico utile si riduce di soli 200 kg rispetto ai modelli con motorizzazione Diesel. Un’ulteriore innovazione di questo veicolo consiste nell’intervento automatico del freno motore durante la decelerazione, in anticipo sull’applicazione del freno di esercizio.

Trazione ibrido seriale Diesel-elettrica
Ideali per il trasporto passeggeri in aree urbane, senza limitazioni, sono i prodotti con motorizzazioni ibrido seriali Diesel-Elettriche. Si tratta essenzialmente di sistemi a trazione elettrica con a bordo un carica batterie.
Queste motorizzazioni condividono con i veicoli elettrici “puri” alcune caratteristiche legate al risparmio energetico, come ad esempio il recupero dell’energia cinetica, e possono arrivare ad un risparmio, in termini di consumo di carburante rispetto ad un normale motore Diesel, superiore al 30% a seconda della missione del veicolo.

Operando su percorsi standard, tipicamente il percorso di un veicolo di linea dedicato al trasporto di persone in città, si riesce a calibrare la potenza dei motori in maniera da ottenere i maggiori vantaggi in termini di risparmio energetico.

Iveco è attivo in questo settore dal 1990 con diversi prodotti e autobus da 6,  7,4 e 12 metri operano da anni in diverse città italiane, spagnole e francesi. La versione da 6 metri usa motori Diesel da 1.2 litri insieme a propulsori elettrici da 43 kW, mentre le versioni da 7,4 e 12 metri hanno entrambi motorizzazioni Diesel da 2.8 litri, insieme a motori elettrici rispettivamente da 150 e da 164 kW.