Comunicati Stampa

Il Nuovo Stralis NP di Iveco fa il pieno a Pontedera (Pisa)

​La rete di rifornimento LNG si arricchisce di un nuovo punto di distribuzione.

È stata inaugurata a Pontedera (PI) la nuova stazione LNG realizzata da Eni, la quinta in Italia. I veicoli Iveco alimentati a Gas Naturale Liquefatto possono contare oggi in Italia su cinque punti di rifornimento dislocati in altrettanti nodi strategici per il traffico merci, tra cui l’impianto Eni di Piacenza.


Gli Stralis Iveco alimentati a Gas Naturale Liquefatto (LNG) hanno fatto da cornice alla cerimonia inaugurale della quinta stazione italiana LNG, che si è svolta oggi a Pontedera (PI), alla presenza di un folto numero di partecipanti tra clienti, giornalisti e addetti ai lavori, a conferma di quanto sia alto l’interesse per questa innovativa fonte energetica.

Nel corso della cerimonia sono intervenuti esperti del settore per spiegare i vantaggi del gas naturale liquefatto, carburante oggi concretamente disponibile anche per i mezzi pesanti, come testimoniato dall’Iveco Nuovo Stralis NP AS440S40T/P LNG esposto alla cerimonia.

Nel corso del suo intervento, Fabio Pellegrinelli, Gas Business Development Iveco Mercato Italia, ha richiamato l’attenzione sull’importanza di questa nuova apertura strategica per numerosi player del settore dotati di basi logistiche adiacenti a Pontedera, e per tutti i trasporti afferenti le importanti aree portuali di Livorno e La Spezia. Ha proseguito Pellegrinelli: “I Nuovi Stralis NP grazie alla loro elevata autonomia, rifornendosi a questa nuova stazione Eni, potranno coprire con ancora maggiore efficacia la rotta di collegamento Nord-Centro-Sud Italia sul versante tirrenico. La nuova stazione conferma e supporta la crescente domanda di trasporto sostenibile, esigenza oggi imprescindibile, verso la quale Iveco punta da sempre, e nella quale può vantare un’esperienza di oltre 20 anni”.

L'attenzione e la ricerca continua di Iveco alle nuove tecnologie hanno permesso al brand di essere leader europeo nel settore dei combustibili alternativi, anticipando soluzioni che contribuiranno a ridurre ulteriormente l’impatto ambientale del settore dei trasporti e divenendo il partner ideale per un trasporto sostenibile, come dichiarato nel pay-off del brand: “Iveco. Il tuo Partner per un trasporto sostenibile”.

Per un veicolo alimentato a gas naturale, il fattore fondamentale è quello dell’autonomia. Ecco quindi entrare in gioco le qualità superiori dei Nuovi Stralis NP nella configurazione a doppio serbatoio LNG con una capienza di 1.080 l, che permettono un’autonomia record di 1.500 chilometri.

Questo veicolo dispone del nuovo motore Iveco Cursor 9 Natural Power Euro VI, il primo del suo genere a offrire la stessa potenza e coppia del suo equivalente diesel. È il primo camion alimentato a gas naturale con un cambio automatizzato a 12 velocità: il cambio Eurotronic garantisce un basso consumo di carburante e un incredibile comfort di guida. Il veicolo dispone anche della cabina Hi- Way molto apprezzata dai clienti per la sua funzionalità e il suo comfort nelle missioni di lungo raggio.

I miglioramenti introdotti sul Nuovo Stralis NP contribuiscono alla riduzione del 3% del costo totale di esercizio (TCO) rispetto al modello LNG da 300 cv, già in grado ridurre fino a 40% il costo del carburante rispetto al suo equivalente diesel. Il motore eroga una potenza di 400 Cv e una coppia di 1700 Nm, come il suo equivalente diesel, e presenta un rapporto potenza-cilindrata e intervalli di manutenzione al top di gamma. In modalità silenziosa, tramite un apposito pulsante in cabina, il rumore è limitato a 72dB(A) rendendo questo veicolo perfetto per la distribuzione nei centri urbani e durante le ore notturne.

Durante la giornata, per comprendere nel concreto la facilità dell’operazione di rifornimento, è stato inoltre possibile assistere alle operazioni di riempimento dei veicoli.

L’impianto di rifornimento LNG è stata realizzata da Eni, da tempo protagonista del progetto europeo “Blue Corridors”, che ha tra gli obiettivi lo sviluppo di stazioni di servizio dotate di carburanti a basso impatto ambientale, tra cui il LNG, lungo quattro grandi direttrici commerciali che attraversano l’Europa da nord a sud, con il fine primario di costruire un sistema di trasporto nella UE competitivo, efficiente e sostenibile dal punto di vista delle risorse.