Sicurezza e rispetto per l’ambiente

Il Nuovo Daily è un veicolo solido, frutto di una qualità costruttiva superiore.
Alla base c’è un progetto “robusto”, che fin dall’inizio si è posto tre precisi obiettivi: la massima sicurezza, il massimo handling in ogni situazione di carico e la migliore qualità della vita a bordo per i professionisti del volante.

Innanzitutto il veicolo garantisce il completo controllo in tutte le condizioni stradali, una grande facilità di guida e la massima tenuta di strada. Più ancora dei singoli dispositivi è l’insieme di tutte le soluzioni adottate a renderlo uno dei veicoli commerciali più sicuri del segmento. Sicurezza che si percepisce fin dal primo sguardo – la linea esterna trasmette immediatamente una impressione di forza, affidabilità e robustezza. Sensazione confermata dalla cura con cui il Daily viene realizzato e dall’alto livello di innovazione che lo caratterizza. Non a caso offre i più sofisticati dispositivi elettronici sia per quanto concerne la protezione degli occupanti sia per il controllo del comportamento dinamico (dalla frenata alla trazione).
Oltre a un impianto frenante con eccellenti prestazioni, il Nuovo Daily offre un sistema antibloccaggio ABS completo di correttore elettronico della frenata EBD (Electronic Brake force Distribution); può inoltre essere dotato di ESP (sistema di controllo attivo della dinamica longitudinale e trasversale del veicolo) e di ASR (sistema che limita lo slittamento delle ruote motrici in accelerazione, per prevenire sovrasterzo o sottosterzo di potenza e migliorare lo spunto su fondi a scarsa aderenza). Tutti questi dispositivi sono offerti in versione 8, quindi rappresentano lo stato dell’arte nel campo della sicurezza attiva.
Per quanto riguarda, la sicurezza passiva, oltre all’airbag del guidatore, il Nuovo Daily può essere dotato anche di airbag per il passeggero e doppio window bag (sempre con cinture di sicurezza pre-tensionate). Inoltre il Nuovo Daily è stato sottoposto a numerose simulazioni di collisione ad alta velocità, misurando poi i risultati secondo i parametri strutturali e biomeccanici previsti da alcune tra le normative più severe del mondo. Per esempio, i minibus Daily sono stati oggetto di una prova anti-ribaltamento che la legislazione europea non prevede per questo tipo di veicolo, e hanno superato brillantemente il test.
Infine, il Nuovo Daily conferma anche la sua vocazione ecologica: tutti i suoi propulsori soddisfano i limiti di emissione Euro 4 anche senza il filtro del particolato. Ma per rispettare le norme particolarmente restrittive adottate in alcuni centri urbani, il sistema DPF (Diesel Particulate Filter) è offerto come optional su tutte le motorizzazioni (è di serie sui veicoli destinati al trasporto persone e quelli con MTT di 6,5 t).
Ecco di seguito la descrizione del ricco equipaggiamento del nuovo Daily.

Impianto frenante
In linea con gli elevati obiettivi di sicurezza attiva, il Nuovo Daily è equipaggiato con un sistema frenante di elevata efficacia e di eccellente modulabilità che assicura una frenata pronta e progressiva. Potenziato sia per le versioni con maggiori MTT sia per quelle medie (3.5 t), l’intervento maggiore è stato effettuato sull’impianto frenante delle classi “L” e “S” (fino a 3,5 t). Infatti, è stato aumentato il diametro dei dischi anteriori e posteriori e, anteriormente, è stato scelto l’impiego di dischi autoventilanti. Il risultato finale è un ridotto spazio di arresto: il veicolo passa da 100 a 0 km/h in 42 metri a pieno carico. A metà carico (circostanza comune in molti tipi di missione) questa distanza scende ben al di sotto dei 40 metri.
Infine, l’integrazione della funzione freno di stazionamento nella pinza posteriore (sul modello 35C) consente una più facile manutenzione e una riduzione della tara di circa 9 Kg.

ABS8 completo di EBD (Electronic Brake force Distribution)
Oltre ad avere un eccellente impianto frenante, il Nuovo Daily è dotato del sistema antibloccaggio ABS8, il più avanzato oggi disponibile, completo di correttore elettronico della frenata EBD. Quest’ultimo suddivide l’azione frenante sulle quattro ruote in modo da impedirne il blocco e garantire in ogni condizione il pieno controllo del veicolo. Il sistema, inoltre, adatta il proprio funzionamento alle condizioni di aderenza delle ruote stesse e all’efficienza delle pastiglie dei freni – riducendo anche il surriscaldamento di questi ultimi.

ESP8 (Electronic Stability Program) con Hill Holder
Daily è stato il primo veicolo commerciale leggero ad adottare il sofisticato ESP8, l’ultima generazione del programma di controllo della stabilità. Il nuovo dispositivo “riconosce” la distribuzione del carico, adattando così l’intervento del sistema alle sterzate critiche.
Ecco come funziona. L’ESP verifica di continuo l’aderenza dei pneumatici al terreno sia in senso longitudinale sia in senso laterale e, in caso di sbandata, interviene per ripristinare la direzionalità e la stabilità dell’assetto. Tramite sensori rileva, infatti, la rotazione del veicolo attorno al suo asse verticale (velocità d’imbardata), l’accelerazione laterale e l’angolo del volante impostato dal guidatore (che indica la direzione scelta). Confronta, poi, questi dati con i parametri elaborati da un computer e stabilisce, attraverso un complesso modello matematico, se il mezzo sta percorrendo la curva entro i limiti di aderenza, oppure se è in procinto di sbandare di muso o di coda (sottosterzo o sovrasterzo). Per riportarlo sulla traiettoria corretta, genera, dunque, un momento d’imbardata contrario a quello che causa l’instabilità, frenando singolarmente la ruota opportuna (interna o esterna) e agendo sulla farfalla per ridurre la potenza del motore.
Parte integrante dell’ESP8 è il sistema Hill Holder – che assiste il guidatore nelle partenze in salita. Si attiva quando la centralina ESP percepisce la variazione di inclinazione del veicolo attraverso un sensore di accelerazione longitudinale. In fase di spunto in salita la centralina si predispone all’intervento in presenza della prima marcia inserita e dei pedali del freno e della frizione premuti. Così la pressione alle pinze posteriori viene mantenuta per circa 1,5 secondi dopo aver rilasciato il pedale del freno, consentendo al guidatore di partire con facilità. In caso di partenza in discesa con la prima marcia inserita, la funzione Hill Holder non si attiva. Con la retromarcia inserita avviene il contrario: nelle partenze in discesa il sistema è attivo, mentre nelle partenze in salita è disattivato.

ASR (Anti Slip Regulation)
Parte integrante dell’ESP8 è il sistema antislittamento ASR (Anti Slip Regulation) che provvede, con l’ausilio di freni e del controllo motore, a ottimizzare la trazione a qualsiasi velocità. Basandosi sul numero di giri delle ruote calcolato dai sensori dell’ABS, il dispositivo calcola il grado di slittamento e ripristina l’aderenza attivando due diversi sistemi di controllo.
Quando un’eccessiva richiesta di potenza provoca il pattinamento di entrambe le ruote motrici (per esempio in caso di aquaplaning o quando si accelera su un manto stradale dissestato, innevato o ghiacciato), riduce la coppia del propulsore intervenendo sulla centralina di controllo motore.
Se, invece, a pattinare è una sola ruota (per esempio quella interna alla curva in seguito ad accelerazione o a variazioni dinamiche del carico), questa viene automaticamente frenata senza che il guidatore intervenga sul pedale del freno. Si ottiene così un effetto simile a quello prodotto dal differenziale autobloccante. Ciò consente al Nuovo Daily di disimpegnarsi agevolmente su fondi stradali a bassa aderenza.
L’inserimento dell’ASR è automatico ad ogni avvio del motore, ma per escluderlo basta premere l’interruttore specifico. Il disinserimento, infine, dell’ASR É d’obbligo solo quando si usano le catene da neve – perchè per trasmettere coppia a terra, la ruota deve poter “ammucchiare” la neve con piccoli slittamenti che l’ASR tende a evitare.

Window-bag
Sono gli airbag destinati a scendere lungo i finestrini per salvaguardare la testa degli occupanti in caso di collisione laterale. Rispetto ad altre soluzioni, i window-bag adottati dal Nuovo Daily sono più protettivi (perchè assumono sempre la posizione corretta), più veloci nel gonfiarsi e non pericolosi per i passeggeri. Si aprono, infatti, dall’alto verso il basso, e non rischiano con il loro movimento di procurare danni secondari alle braccia degli occupanti. I due cuscini (uno per il lato destro e l’altro per quello sinistro) trovano posto sotto le longherine del tetto, ripiegati in un vano chiuso. Al momento opportuno il rivestimento si piega, permettendo ai bag di gonfiarsi e di scendere verso il basso.

EGR (Exhaust Gas Recirculation) e DPF (Diesel Particulate Filter)
Per adempiere alle restrizioni della normativa Euro4 (notevole abbattimento dei livelli di emissione di NOx e del particolato), il Nuovo Daily adotta la tecnologia EGR (Exhaust Gas Recirculation). La tecnologia EGR (Exhaust Gas Recirculation) riduce le emissioni di NOx attraverso il ricircolo di una quantità controllata di gas di scarico refrigerati e reimmessi nella camera di scoppio. In questo modo diminuisce la temperatura di combustione, e la formazione di NOx rimane sotto controllo. Il sistema è controllato dalla gestione elettronica del motore (tramite un misuratore di portata d’aria) a tutte le velocità e con tutti i carichi. Per gli impieghi e le situazioni dov’è richiesto un ulteriore abbattimento delle emissioni, all’EGR viene affiancato il DPF (filtro per il particolato, la cosiddetta “trappola”) – di serie per i veicoli “heavy duty” e trasporto persone.